TIBERIO RIPA & GIOVANNI BAGLIONI

L'incontro fra Giovanni Baglioni e Tiberio Ripa nasce da passioni comuni. Quella per la musica, e quella per le canzoni di Claudio.

Tiberio con il basso e Giovanni con la chitarra si divertono a spaziare dal pop alla musica brasiliana, dalla musica leggera alla musica latino americana, di cui Tiberio e' profondo conoscitore ed esperto esecutore. Da non dimenticare la passione di Giovanni per i Red Hot Chili Peppers, e divertenti scambi di strumento fra i due. Per l'occasione Tiberio trasmette la sua competenza a Giovanni che si rivela un sorprendente e appassionato allievo.

Ma, fatalmente, si finisce sempre per andare a ripercorrere il repertorio di Claudio, alla ricerca di nuove sonorita', nuove interpretazioni acustiche, nuovi arrangiamenti. Ne nascono esecuzioni interessanti e suggestive che entusiasmano Claudio in un pomeriggio esilarante, da lui battezzato come il primo della serie spring concert, passato a "giocare" con voce e strumenti dentro brani del passato, da Vecchio scarpone a Girl from Ipanema, e che sfocerà nell'esibizione del raduno al Gran Teatro di Roma e nel concerto al Palaghiaccio di Marino.


 

 

L'emozione di quella parentesi acustica, all'interno di uno spettacolo travolgente di suoni e di luci, e' ancora un ricordo vivo e incancellabile nella mente di tutti coloro che hanno potuto goderne la preziosa suggestione, passata attraverso L'ultimo omino, A domani, fino alla magica realizzazione di Tutto il calcio minuto per minuto eseguita da Tiberio con il Baby Bass, contrabbasso elettrico dal suono caldo e percussivo, utilizzato solitamente nel latin jazz.

Giovanni, esecutore impeccabile, incanta la platea e gli addetti ai lavori per la bravura e la sicurezza nelle esecuzioni. Il brano e' completamente arrangiato con una ritmica di bossa nova, dentro la quale Claudio, con la voce e con il pianoforte, riesce a immergersi perfettamente e a regalare al pubblico un clima di saudade tutta brasiliana.

La collaborazione tra Giovanni e Tiberio e' talmente attiva e appassionata, che stanno lavorando a un progetto musicale originale, interessante e... misterioso...


 

Testo di Paola Massari
Foto di Alessandro Dobici